Dahua DHI-ASI8214Y – Sistema controllo accessi con riconoscimento facciale

Tre modi per ottenere video di sicurezza chiara di notte
24 Aprile 2019

Dahua DHI-ASI8214Y – Sistema controllo accessi con riconoscimento facciale

Dahua DHI-ASI8214Y – Controllo accessi con riconoscimento facciale

ASI8214Y di Dahua è uno dei sistemi di controllo accessi più completo, versatile e sofisticato attualmente in circolazione. Grazie alla doppia fotocamera, al display touch da 10”, al sensore d’impronte e al lettore RFID può riconoscere decine di migliaia di volti e impronte digitali, badge e password

Utilizzati non solo negli uffici ma anche nei siti industriali per impedire al personale non autorizzato di introdursi in zone riservate, i sistemi di controllo accessi sono sempre più orientati sul riconoscimento biometrico. Rispetto ad altre tipologie di identificazione come le password e i badge (card RFID), i tratti del volto e le impronte digitali non possono essere né trafugati né ceduti per compiere atti illeciti. Risultano quindi molto più sicuri e affidabili, anche per merito dell’evoluzione tecnologica dei sensori d’immagine e dello sviluppo degli algoritmi di deep learning che permettono di rilevare con la massima accuratezza e rapidità la fisionomia di una persona anche in condizioni ambientali apparentemente proibitive. Per garantire il pieno supporto alle nuove tecnologie senza escludere quelle più vecchie e collaudate, Dahua ha progettato il nuovo sistema di controllo accessi DHI-ASI8214Y che eredita le migliori funzionalità e dotazioni degli altri modelli della gamma aggiungendo una doppia telecamera per il riconoscimento facciale e un display LCD touch da ben 10 pollici.

Dahua DHI-ASI8214Y – Controllo accessi con riconoscimento facciale

Doppia fotocamera con WDR e illuminatore a led

L’ASI8214Y ha un’altezza di circa 40 cm, una larghezza di 18,5 cm e una profondità massima di 7,8 cm. La struttura è realizzata interamente in alluminio a elevato spessore, tranne che per il pannello frontale che, per ovvie ragioni, utilizza una doppia lastra in policarbonato. Può essere installato a parete con la piastra in acciaio inox fornita in dotazione oppure appoggiato su una superficie piana utilizzando il piedistallo opzionale. Ha la certificazione IP55 (protezione contro la polvere e i getti d’acqua) e può quindi essere utilizzato anche in ambienti esterni con temperature comprese tra i -30 e i +70 °C e con umidità relativa tra il 5% e il 95%.

L’hardware si basa sul processore ARM Cortex-A17 a 32 bit affiancato da 2GB di memoria Ram e 4GB di Flash dedicata all’archiviazione dei dati biometrici.

Il sistema di riconoscimento facciale si avvale di una doppia telecamera: quella a sinistra adotta un tradizionale CMOS a colori da 2 megapixel e supporta il WDR mentre quella a destra è in realtà un sensore infrarosso che rende l’immagine acquisita in 3D così da garantire una maggiore sicurezza durante il rilevamento (vedi soglia “anti-fake” descritta più avanti).

Entrambe le telecamere possono identificare fino a 360 elementi del volto, confrontarli con le immagini archiviate nel database ed attivare lo sblocco in meno di mezzo secondo anche in condizioni di illuminazione critiche, in particolare quando il soggetto si trova in controluce e i sensori subiscono un abbagliamento che potrebbe compromettere il riconoscimento. In condizioni di scarsa luminosità oppure quando il WDR non è in grado di “schiarire” adeguatamente i volti, il sensore di luminosità posizionato nell’angolo superiore destro attiva automaticamente i due illuminatori a luce bianca (Led) posizionati a fianco delle fotocamere. L’accensione temporanea degli illuminatori (10”) può anche essere subordinata al rilevamento dei movimenti da parte delle telecamere (motion detection) in base alle opzioni selezionate nel menu di configurazione. Tra le opzioni di set-up troviamo anche quelle che regolano l’accuratezza del riconoscimento, l’angolo massimo di rilevazione e la soglia “anti-fake” per impedire lo sblocco fraudolento tramite fotografie di volti.

Dahua DHI-ASI8214Y – Controllo accessi con riconoscimento facciale

La doppia telecamera riconosce i tratti somatici a una distanza compresa tra 30 cm e 2 metri mentre il tasso di accuratezza dichiarato è superiore al 99%, anche quando il volto è parzialmente coperto, mosso o con espressioni differenti da quella registrata in archivio

Display HD da 10,1” con touchscreen capacitivo

Il display da 10,1” in formato 16:10 con risoluzione HD (1280×800 pixel) fornisce tutte le informazioni sullo stato operativo del sistema, mostra le riprese delle telecamere, le opzioni alternative di sblocco e permette di gestire le funzionalità base attraverso il menu e il touchscreen capacitivo. In modalità di attesa, la parte superiore ospita la status bar relativa ai collegamenti USB/Ethernet/Wi-Fi, l’orologio, il datario e i metodi attivi per lo blocco degli accessi (per esempio, Card, Fingerprint, Face, Password – and/or). L’area centrale viene in pratica utilizzata come monitor mentre in basso sono presenti le icone virtuali per l’accesso al menu principale e alla finestra di sblocco tramite password (con tastiera touch alfanumerica). La luminosità massima dichiarata è di 500 nit (candele per metro quadro), più che sufficienti anche per l’installazione anche in luoghi fortemente illuminati. Sotto lo schermo troviamo anche la barra led di stato (di vari colori – azzurro, rosso e verde – fissa, scorrevole o lampeggiante) e le due feritoie per i segnali acustici (per esempio, allarme tamper) e gli avvisi vocali (come accesso autorizzato o vietato) emessi dagli altoparlanti. Nell’esemplare fornitoci per l’analisi, sia le voci del menu che gli avvisi vocali erano disponibili solo in lingua inglese. Tuttavia, a breve sarà disponibile un aggiornamento software che implementerà la lingua italiana.